I nostri corsi

Sicurezza sul lavoro

Rischio basso, medio, alto

Il corso fornisce ai partecipanti tutti gli elementi conoscitivi e formativi necessari ai Datori di Lavoro che, ai sensi del comma 2, art. 34 del D. Lgs. n. 81/08 e s.m.i. e ai sensi di quanto stabilito dalla Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011, intendono assumere personalmente in azienda il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP). Il corso rispetta i requisiti interconfederali nonché l’articolo 3 del DM del 16/01/1997.
Leggi la presentazione del corso >>

I percorsi formativi per gli RSPP/ASPP, sono strutturati in tre moduli: A, B e C. Il presente Corso di Formazione riguarda il Modulo A e costituisce il corso base per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e di ASPP.
Il corso viene erogato in virtù degli adempimenti previsti dal comma 2, art. 32 del D. Lgs. 81/2008 e dal Provvedimento della Conferenza Stato Regioni approvato nella seduta del 26/01/2006 e dalle ultime modifiche introdotte dalla Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 7/07/2016 (Visualizza la Gazzetta Ufficiale Serie generale n. 193 del 19/08/2016), contenente l’accordo attuativo introdotto dal D. Lgs. 23/6/2003 n. 195 sulla formazione dei responsabili e degli addetti dei servizi di prevenzione e protezione.
Leggi la presentazione del corso >>

Settori SP1, SP2, SP3, SP4

L’attività formativa è finalizzata: per gli RSPP, alla acquisizione della idoneità alla prosecuzione del corso per il conseguimento della qualifica professionale, mediante accesso al successivo modulo di specializzazione C; per gli ASPP, al completamento del percorso formativo iniziato con il precedente modulo A ed alla acquisizione di tale abilitazione. Il corso riguarda la formazione sulla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative, in base alla classificazione dei settori ATECO.
Leggi la presentazione del corso >>

Settori SP1, SP2, SP3, SP4

L’attività formativa è finalizzata: per gli RSPP, alla acquisizione della idoneità alla prosecuzione del corso per il conseguimento della qualifica professionale, mediante accesso al successivo modulo di specializzazione C; per gli ASPP, al completamento del percorso formativo iniziato con il precedente modulo A ed alla acquisizione di tale abilitazione. Il corso riguarda la formazione sulla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative, in base alla classificazione dei settori ATECO.
Leggi la presentazione del corso >>

Settori SP1, SP2, SP3, SP4

L’attività formativa è finalizzata: per gli RSPP, alla acquisizione della idoneità alla prosecuzione del corso per il conseguimento della qualifica professionale, mediante accesso al successivo modulo di specializzazione C; per gli ASPP, al completamento del percorso formativo iniziato con il precedente modulo A ed alla acquisizione di tale abilitazione. Il corso riguarda la formazione sulla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative, in base alla classificazione dei settori ATECO.
Leggi la presentazione del corso >>

Il modulo di specializzazione riguarda la formazione su prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e psico sociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni interpersonali.
Leggi la presentazione del corso >>

Il corso presenta contenuti conformi all’allegato XIV del Nuovo Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro n. 81 del 9 aprile 2008 e s.m.i. titolo IV.
Leggi la presentazione del corso >>

Rischio basso, medio, alto

L’entrata in vigore dell’Accordo Stato, Regioni e Prov. Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011, ha ulteriormente innovato il sistema prevenzionale, introducendo l’aggiornamento della formazione per i Titolari che svolgono le funzioni di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP).
Leggi la presentazione del corso >>

Come previsto dall’art. 23 del D. Lgs. 106/09, che modifica l’art. 37 del D. Lgs. 81/08 e come previsto dalla Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011, i dirigenti devono ricevere un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro.
Analogamente, come previsto dal D. Lgs. 81/08 e s.m.i., “i dirigenti ricevono a cura del datore di lavoro un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro”.
Leggi la presentazione del corso >>

Come previsto dall’art. 23 del D. Lgs. 106/09, che modifica l’art. 37 del D. Lgs. 81/08 e come previsto dalla Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011, i Preposti devono ricevere un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro.
Analogamente, come previsto dal D. Lgs. 81/08 e s.m.i., “i Preposti ricevono, a cura del datore di lavoro, un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro”. Corso aggiornato in base alla Legge 215/2021 che ridefinisce il ruolo del preposto e rende obbligatoria la sua individuazione e nomina.
Leggi la presentazione del corso >>

Rischio basso, medio, alto

Come previsto dall’art. 23 del D. Lgs. 106/09 che modifica l’art. 37 del D. Lgs. 81/08 e come previsto dalla Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011, il Datore di Lavoro deve fornire ai lavoratori le nozioni di base inerenti le problematiche attinenti alla prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro ed un’informazione sui rischi specifici.
Leggi la presentazione del corso >>

Il corso illustra le tecniche di montaggio, smontaggio e trasformazione delle varie tipologie di ponteggi metallici fissi (tubi e giunti, telai prefabbricati, multi direzionali), con esercitazioni in cantiere in accordo a quanto previsto dall’allegato XXI D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
Leggi la presentazione del corso >>

Il corso illustra le tecniche di montaggio, smontaggio e trasformazione delle varie tipologie di ponteggi metallici fissi (tubi e giunti, telai prefabbricati, multi direzionali), con esercitazioni in cantiere in accordo a quanto previsto dall’allegato XXI D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
Leggi la presentazione del corso >>

Il Decreto Ministeriale 10 marzo 1998, in accordo a quanto previsto dall’articolo 46 del D. Lgs.81/08, stabilisce che tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio o gestione emergenze devono ricevere una specifica formazione, definendo durata e contenuti dei corsi, diversi secondo le tipologie di rischio (basso, medio, elevato).
Leggi la presentazione del corso >>

Il Decreto Ministeriale 10 marzo 1998, in accordo a quanto previsto dall’articolo 46 del D. Lgs.81/08, stabilisce che tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio o gestione emergenze devono ricevere una specifica formazione, definendo durata e contenuti dei corsi, diversi secondo le tipologie di rischio (basso, medio, elevato).
Leggi la presentazione del corso >>

Il Decreto Ministeriale 10 marzo 1998, in accordo a quanto previsto dall’articolo 46 del D. Lgs.81/08, stabilisce che tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio o gestione emergenze devono ricevere una specifica formazione, definendo durata e contenuti dei corsi, diversi secondo le tipologie di rischio (basso, medio, elevato).
Leggi la presentazione del corso >>

L’articolo 37 del D. Lgs. 81/08 stabilisce l’obbligo di aggiornamento per i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio o gestione emergenze già in possesso della specifica formazione obbligatoria e come stabilito dalla circolare del Ministero dell’Interno del 23 Febbraio 2011, l’aggiornamento deve riguardare in maniera differenziata la modalità di formazione in base al Rischio Basso, Medio ed Elevato.
Leggi la presentazione del corso >>

L’articolo 37 del D. Lgs. 81/08 stabilisce l’obbligo di aggiornamento per i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio o gestione emergenze già in possesso della specifica formazione obbligatoria e come stabilito dalla circolare del Ministero dell’Interno del 23 Febbraio 2011, l’aggiornamento deve riguardare in maniera differenziata la modalità di formazione in base al Rischio Basso, Medio ed Elevato.
Leggi la presentazione del corso >>

L’articolo 37 del D. Lgs. 81/08 stabilisce l’obbligo di aggiornamento per i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio o gestione emergenze già in possesso della specifica formazione obbligatoria e come stabilito dalla circolare del Ministero dell’Interno del 23 Febbraio 2011, l’aggiornamento deve riguardare in maniera differenziata la modalità di formazione in base al Rischio Basso, Medio ed Elevato.
Leggi la presentazione del corso >>

Come previsto dall’art. 45 del D. Lgs. 81/08, il datore di lavoro è tenuto a prendere i provvedimenti necessari in materia di pronto soccorso e di assistenza medica di emergenza, “tenendo conto delle altre eventuali persone presenti nei luoghi di lavoro e stabilendo i rapporti necessari con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati”.
Per gli addetti al pronto soccorso, designati ai sensi dell’art. 18, comma 1, lett. b) del D. Lgs. 81/08, è prevista una formazione con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso, secondo quanto dettato dal Decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388.
Leggi la presentazione del corso >>

Come previsto dall’art. 45 del D. Lgs. 81/08, il datore di lavoro è tenuto a prendere i provvedimenti necessari in materia di pronto soccorso e di assistenza medica di emergenza, “tenendo conto delle altre eventuali persone presenti nei luoghi di lavoro e stabilendo i rapporti necessari con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati”.
Per gli addetti al pronto soccorso, designati ai sensi dell’art. 18, comma 1, lett. b) del D. Lgs. 81/08, è prevista una formazione con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso, secondo quanto dettato dal Decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388.
Leggi la presentazione del corso >>

Come previsto dall’art. 45 del D. Lgs. 81/08, il datore di lavoro è tenuto a prendere i provvedimenti necessari in materia di pronto soccorso e di assistenza medica di emergenza, “tenendo conto delle altre eventuali persone presenti nei luoghi di lavoro e stabilendo i rapporti necessari con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati”.
Il Decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388, prevede per gli addetti al pronto soccorso designati ai sensi dell’art. 18, comma 1, lett. b) del D. Lgs. 81/08, che abbiano già acquisito una formazione con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso, l’obbligo di ripetere la formazione con cadenza triennale almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico.
Leggi la presentazione del corso >>

Il nuovo D. Lgs. 81/08 all’art. 47 prevede l’istituzione della figura di Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, in un’ottica di collaborazione con il Datore di lavoro, per la formulazione e l’attuazione delle misure di prevenzione, e all’art. 37 stabilisce i contenuti e la durata del corso di formazione obbligatorio.
Leggi la presentazione del corso >>

L’entrata in vigore del D. Lgs. 81/08 ha ulteriormente innovato il sistema prevenzionale, introducendo l’aggiornamento della formazione per i Rappresentanti di Lavoratori per la Sicurezza, obbligatorio per le aziende oltre i 15 dipendenti.
Leggi la presentazione del corso >>

Art. 82 D.lgs 81/08 – CEI 11-27

Il corso risponde alle necessità introdotte dal Testo Unico sulla sicurezza (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) che ha reso obbligatorio (art. 82) che l’esecuzione dei lavori sotto tensione sia affidata a lavoratori abilitati dal Datore di Lavoro ai sensi della pertinente normativa tecnica. Nel caso specifico la normativa tecnica è la CEI 11-27 in 3° edizione, che fornisce gli elementi essenziali per la formazione agli addetti ai lavori elettrici e prevede che il Datore di Lavoro attribuisca per iscritto il livello di qualifica ad operare sugli impianti elettrici.
Leggi la presentazione del corso >>

Il corso è stato previsto dalla normativa per i “Siti con pericolo di incidente rilevante” – D. Lgs. 334/1999 e D. Lgs. 238/2005.
Leggi la presentazione del corso >>

L’art. 28 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. contiene l’obbligo per il datore di lavoro di valutare l’esposizione dei lavoratori a rischi particolari, tra cui quelli riferiti allo stress lavoro correlato.
L’art. 32, inoltre, stabilisce che gli RSPP e/o i Titolari responsabili della sicurezza abbiano ricevuto adeguata formazione in materia di stress da lavoro.
Leggi la presentazione del corso >>

Il corso presenta contenuti conformi agli articoli 37 e 72 e l’articolo 77 del Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro n. 81 del 9 aprile 2008 e s.m.i. Il datore di lavoro, infatti, ai fini della scelta dei DPI deve:

  1. effettua l’analisi e la valutazione dei rischi che non possono essere evitati con altri mezzi;
  2. individua le caratteristiche dei DPI necessarie affinché questi siano adeguati ai rischi di cui alla lettera a), tenendo conto delle eventuali ulteriori fonti di rischio rappresentate dagli stessi DPI;
  3. valuta, sulla base delle informazioni e delle norme d’uso fornite dal fabbricante a corredo dei DPI, le caratteristiche dei DPI disponibili sul mercato e le raffronta con quelle individuate alla lettera b);
  4. aggiorna la scelta ogni qualvolta una intervenga una variazione significativa negli elementi di valutazione.
    Leggi la presentazione del corso >>

Il corso presenta contenuti conformi agli articoli 37 e 72 del Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro n. 81 del 9 aprile 2008 e s.m.i.
Leggi la presentazione del corso >>

Il corso fornisce ai partecipanti competenze e strumenti per potenziare la propria efficacia sul piano formativo e relazionale. Il formatore, vero strumento di apprendimento, andrà ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze sui concetti comunicativi e sull’utilizzo di questi in modo strategico e funzionale.
Leggi la presentazione del corso >>

Richiedi l’iscrizione a questo corso di formazione

Compila tutti i campi del modulo.
Riceverai la scheda di iscrizione via e-mail all’indirizzo da te indicato.

Stampala, firmala e inoltrala via fax al numero
06 944 93 99 per completare l’iscrizione.

    DATI PARTECIPANTE

    AZIENDA DI APPARTENENZA

    Inviando la domanda si autorizza la società CM FORMAZIONE e CONSULENZA S.r.l. al trattamento dei dati sopra riportati ai sensi del D.Lgs. 196/03 e ss.mrn. per i fini istituzionali dell’ azienda e per l'eventuale invio di informative finalizzate a promuovere altre iniziative eventualmente organizzate dalla società CM FORMAZIONE e CONSULENZA S.r.l.